Framework di architettura di servizi per la sanita'
              




SOA
MDA
PIM/PSM
HSSP
TTCN3
       PIM/PSM

Il Platform Independent Model (PIM) corrisponde al modello logico (funzionale, strutturale e comportamentale) di un sistema software, eventualmente distribuito, che non contiene informazioni specifiche sulla piattaforma utilizzata per realizzarlo. È un modello computazionale, e funge da specifica formale per gli architetti, i progettisti e gli sviluppatori. È interamente espresso in UML e utilizza, eventualmente, le specializzazioni standard (profile) di UML– esempi: SoaML e QFTP .

 

Il Service PIM è   quindi il modello computazionale del servizio, che comprende:

 

ü    Funzioni (ontologia, operazioni);

ü    Interazioni (interfacce, contenuti,   conversazioni, coreografie);

ü    Sicurezza (autenticazione,   autorizzazione, riservatezza, integrità, responsabilità);

ü    Qualità di servizio (workload,   scalabilità, affidabilità, disponibilità);

ü    Casi (positivi, negativi,   indisponibilità).

 

 

l Platform Specific   Model (PSM) corrisponde al modello strutturale e comportamentale di un   sistema software, eventualmente distribuito, totalmente “consapevole” della   piattaforma specifica su cui è realizzato, in termini sia architetturali sia   tecnologici, ed è espresso nel linguaggio proprio alla piattaforma.

 

 

 

Un PSM di un sistema   sulla piattaforma JEE utilizza i costrutti del linguaggio Java e le funzioni   della piattaforma (JVM). Un PSM sulla piattaforma Web services (detto Service   Interoperability-PSM) utilizza un insieme di linguaggi formali (a base di   XML) come XSD, WSDL, WS-SecurityPolicy, WSRM Policy, ecc.